Ciclo irregolare, tiroidite e colon irritabile…e se fosse menopausa precoce?

09/09/2018

Buongiorno dottoressa De Falco, ho 32 anni e negli ultimi tre anni il ciclo è diventato irregolare, a volte salta spesso ritarda, a volte è molto scarso, ho delle macchie prima e dopo il ciclo.

Il mio medico mi ha fatto controllare la tiroide ed è risultato che ho una tiroidite autoimmune.

Sono sposata da 5 anni e nonostante abbiamo sempre avuto rapporti liberi ormai da due anni perché desideriamo dei bambini, non sono mai rimasta incinta.

Un altro problema che mi affligge da anni è il colon irritabile che mi fa avere spesso fastidi anche alla vagina con bruciore, perdite gialle di cattivo odore e qualche volta mi viene pure la cistite.

Questa estate ho cominciato ad avvertire più caldo rispetto a prima, ho sentito proprio delle vampate al viso, sudavo tanto specialmente di notte tanto da non poter dormire e il ciclo a luglio e agosto è saltato, spero che questo mese mi ritorni.

Ho fatto varie visite ginecologiche, analisi, esami e cure varie, ho fatto fare anche controlli a mio marito, i medici dicono che è tutto a posto, ma comunque io non riesco mai a risolvere nulla, sono disperata, ho anche pensato…e se fosse menopausa precoce? Cosa posso fare? La prego mi aiuti!

******

Cara signora,

il quadro di sintomi che lei descrive mi fa sospettare prima di tutto la possibile presenza di una celiachia o intolleranza al glutine che potrebbe essere responsabile del suo colon irritabile con i conseguenti fastidi vaginali e la cistite, dei suoi cicli irregolari e anche di un possibile esaurimento della sua riserva ovarica con riduzione della fertilità fino alla possibilità di una menopausa precoce.

Le spiego perché: se una ragazza è affetta da celiachia e non lo sa perché non è stata diagnosticata, quando mangia alimenti in cui è presente il glutine, essendo intollerante a questa sostanza il suo organismo comincia a produrre degli autoanticorpi che attaccano i tessuti di vari organi come l’intestino (e il sintomo è il suo colon irritabile), la tiroide (e le hanno diagnosticato una tiroidite che è autoimmune cioè causata da autoanticorpi), e l’ovaio (i suoi sintomi sono i cicli irregolari e il fatto che non riesce a rimanere incinta).

L’azione di questi autoanticorpi crea un danno a seconda dell’organo attaccato: se è l’intestino ci sarà una condizione di malassorbimento di varie sostanze nutritive con importanti ripercussioni sulla salute in generale, se verrà interessata la tiroide si verrà a creare una situazione di ipotiroidismo, e infine se verrà attaccato l’ovaio ci sarà una distruzione degli ovociti con conseguente esaurimento della riserva ovarica che determinerà riduzione della fertilità, cicli anovulatori e irregolari fino alla progressiva insorgenza di una menopausa precoce.

Non sempre è facile sospettare una celiachia specialmente se ci sono sintomi atipici e solo un ginecologo particolarmente attento a tutti i segnali e i sintomi che riferisce la paziente può arrivare in tempo alla diagnosi, prima che si verifichino danni purtroppo irreversibili.

Come si fa a diagnosticare la celiachia?

E’ molto semplice: lei deve fare prima di tutto delle analisi del sangue: anticorpi antitransglutaminasi, antigliandina (AGA) e antiendomisio (EMA), ed eventualmente se sarà necessario anche una gastroscopia con prelievo bioptico a livello del duodeno, che in caso di celiachia evidenzia la presenza di atrofia dei villi.

Per quanto riguarda il suo ciclo irregolare e il fatto che non riesce a concepire, sarebbe opportuno fare una valutazione della sua riserva ovarica attraverso altre analisi del sangue come l’FSH, il 17 beta estradiolo, l’AMH al terzo giorno del ciclo, e un’ecografia transvaginale per la valutazione quantitativa dei follicoli.

La cura della celiachia è semplice: basta eliminare il glutine dalla dieta.

Non deve perdere però altro tempo: deve subito verificare se ha la celiachia e valutare la sua riserva ovarica con l’aiuto del suo ginecologo.

Mi tenga aggiornata.

Un caro saluto!

dott.ssa Vincenza De Falco  Specialista in Ginecologia e Ostetricia

******

05/11/2018

Cara dottoressa, le riscrivo a distanza di due mesi per ringraziarla dal profondo del cuore perché grazie a Lei finalmente ho avuto una diagnosi che nessun medico o ginecologo era stato in grado di fare in passato. Sono andata dal mio medico curante e gli ho fatto leggere la Sua risposta e gli esami da Lei consigliati, ha detto che era d’accordo con Lei e me li ha prescritti. Il risultato è che ho la celiachia!

Ho i risultati anche delle altre analisi che Lei aveva consigliato fatte al terzo giorno del ciclo che per fortuna a settembre non è saltato:

FSH: 29, 17beta estradiolo: 68, AMH: 1 Donne: Inferiore ai due anni: <4.7 ng/mg  2-12 anni: <8.8 ng/ml 13-45 anni: 0.9-9.5 ng/ml Superiore a 45 anni: <1.0 ng/ml

Sto andando in menopausa dottoressa?

Non ho ancora fatto l’ecografia transvaginale, però vorrei venire da lei per farmi seguire, perché ormai mi fido solo di lei.

******

Cara signora,

l’FSH è alto e l’AMH è un po' basso considerando anche la sua età, quindi direi che la sua riserva ovarica si sta esaurendo, per cui senza indugi deve curare la sua celiachia eliminando il glutine dalla sua dieta e facendosi seguire da uno specialista e considerare quello che è opportuno fare per avere una gravidanza. La incontrerò e la aiuterò con vero piacere se vuole.

Un caro saluto.

******

Grazie ancora dottoressa, non vedo l’ora di conoscerla di persona e di affidarmi alle sue cure. A presto!

******

Articoli di approfondimento

******

Celiachia, una possibile causa di menopausa precoce: sintomi atipici, diagnosi, rimedi e cure per l’intolleranza al glutine

Forse non tutti sapete che una celiachia non diagnosticata e non curata tempestivamente in una donna, può causare una menopausa precoce.

La celiachia è caratterizzata da un’intolleranza al glutine, in particolare alla gliadina una sostanza presente oltre che nel glutine anche in alcuni cereali come il farro, il kamut, l’orzo, la segale e il frumento.

Ma perché la celiachia può essere la causa di una menopausa precoce?...

******

Ciclo irregolare,tiroidite, colon irritabile: menopausa precoce?