Ciclo mestruale abbondante in estate: consigli per le vacanze

Negli anni che precedono la menopausa, così come durante l’adolescenza, nella donna si verificano delle oscillazioni ormonali che coinvolgono l’ipofisi, l’ipotalamo e le ovaie, che determinano la comparsa di cicli mestruali irregolari che possono essere molto abbondanti e prolungati.

Ma esistono anche cause organiche responsabili del ciclo mestruale abbondante, come ad esempio patologie dell’utero come polipi, fibromi, iperplasia e neoplasia dell’endometrio, e patologie ovariche.

In questi casi è fondamentale rivolgersi a una ginecologa esperta che può aiutarvi a risolvere questo problema grazie ai vari tipi di approccio terapeutico di cui oggi disponiamo e ai programmi di benessere che vi consentiranno di riavere un ciclo mestruale regolare e vi faranno sentire bene, perché la perdita abbondante di sangue può portare all’anemia e creare disagi, frustrazione, può impedirvi di andare al lavoro, di avere rapporti sessuali, di fare attività fisica, di avere una vita sociale, di fare viaggi, quindi è veramente un problema invalidante.

Se ancora non vi siete rivolte a un ginecologo esperto per risolvere questo problema e siete in estate, siete andate al mare e temete i vari disagi legati al fatto di avere un ciclo abbondante da gestire sotto l’ombrellone, ecco alcuni miei consigli che potranno esservi utili, ma non rimandate il vostro appuntamento con la ginecologa appena tornate dalle vacanze:

IGIENE INTIMA: Durante il ciclo, a maggior ragione quando è molto abbondante, l’igiene intima è fondamentale. Dato che è necessario cambiare spesso l’assorbente sia esterno che interno, è necessario effettuare una corretta igiene intima che tenga in equilibrio il ph vaginale.

Il ph durante il ciclo tende ad alzarsi e specialmente se non si effettua una corretta igiene, si usano assorbenti e biancheria intima sintetici e si utilizza un detergente non indicato, aumenta il rischio di insorgenza di infezioni vaginali di tipo batterico o da candida. 

Per questo motivo, durante il ciclo mestruale, il detergente ideale dovrebbe avere un pH compreso tra 3,5-4,5, deve contenere tensioattivi molto delicati, poco schiumogeni, principi attivi naturali lenitivi, idratanti e rinfrescanti e non deve contenere troppi profumi.

In commercio esistono molte linee specifiche per l’igiene intima durante il ciclo formulate per rispettare il pH delle mucose senza interferire con la flora batterica residente normalmente in vagina che ha il compito di difenderci dalle infezioni. Non bisogna però eccedere con i detergenti intimi, basta usarli due volte al giorno, mattina e sera, al cambio frequente degli assorbenti basta lavarsi con acqua tiepida.

Durante il ciclo sono assolutamente da evitare le lavande vaginali, ma anche l’abitudine di farle dopo la fine del ciclo è scorretta. Affidatevi sempre al ginecologo riguardo l’uso delle lavande vaginali che va fatto solo quando c’è una reale necessità tenendo presente che vanno prescritte sempre dal ginecologo, evitando il “fai da te”. L’uso sconsiderato ed eccessivo delle lavande vaginali altera il ph e predispone alle infezioni vaginali.

Dopo l’igiene intima asciugarsi bene con carta monouso bianca e non profumata. Ricordate di lavare e asciugare i genitali effettuando un movimento dall’avanti all’indietro per evitare di trasportare in vagina batteri fecali.

ASSORBENTI CONSIGLIATI: con un ciclo abbondante specialmente al mare in costume puoi avvertire un imbarazzo estetico legato al fatto che si può macchiare di sangue il costume, se poi usi assorbenti esterni possono essere ingombranti e visibili se devi usarne più di uno.

Per fortuna oggi esistono gli assorbenti interni e le coppette mestruali che hanno rivoluzionato la vita della donna durante il ciclo e puoi usarli anche se hai un ciclo molto abbondante.

Ricorda però che gli assorbenti interni vanno cambiati spesso, ogni 3-4 ore, non dimenticare di lavare le mani prima di inserirli in vagina, se sei in spiaggia o fuori porta con te in borsa sempre delle salviettine umidificate per la detersione delle mani.

Dopo il bagno cambia subito il costume e l’assorbente.

Durante la notte è consigliabile usare assorbenti esterni, oggi ce ne sono in formato maxi ultasottili per evitare di tenerli in vagina per un tempo superiore alle 4 ore, per evitare irritazioni è preferibile scegliere assorbenti in cotone ipoallergenico.

Con il ciclo abbondante puoi usare anche la coppetta mestruale, che va svuotata e pulita spesso, si può tenere anche di notte ma per un tempo massimo di 6-7 ore.

DIETA E ALIMENTAZIONE:  la stanchezza e la spossatezza che puoi avvertire durante i giorni del ciclo, in particolare d’estate, può dipendere soprattutto alla perdita di ferro, maggiore quando il flusso è più abbondante e in grado provocare anemia.

E’ necessario quindi reintegrare la carenza di ferro con gli alimenti giusti. Gli alimenti che contengono ferro, oltre alla carne rossa, sono il pesce azzurro, la soia, il lievito di birra, le uova, la frutta secca, il muesli, gli ortaggi verdi e i legumi (fagioli e lenticchie, ceci, fave, piselli).

Per i dolori mestruali e i crampi addominali, che si associano frequentemente in “quei giorni”, è utile apportare il magnesio presente ad esempio negli ortaggi a foglia verde, nella crusca, nelle banane, e il calcio contenuto ad esempio nel latte, nello yoghurt, nei latticini, nei semi di sesamo.

IDRATAZIONE CORRETTA: con il caldo estivo si verifica una dilatazione dei vasi sanguigni e aumenta la portata del flusso mestruale, ed è facile che si associ una disidratazione se non si beve acqua in giusta quantità per riequilibrare i liquidi dispersi con il sudore.

Tutto ciò facilita cali di pressione o veri e propri svenimenti.

E’ importante quindi sempre ma soprattutto durante il ciclo bere molta acqua, almeno due litri, evitare il sole nelle ore più calde e proteggere sempre la testa con un cappello o un foulard.

Per le donne che tendono a bere poco anche durante l'estate, consiglio di consumare l'acqua aromatizzandola con fettine di limone, frutta e verdura.

Prepapare una caraffa d'acqua ponendo all'interno ad esempio fettine di cetriolo, menta, ananas da conservare in frigo e consumare nel corso della giornata, facilita una corretta idratazione e integra anche sali minerali e vitamine contenute nella verdura e nella frutta.

 E in genere è un modo piacevole, oltre che sano, per gustare l'acqua.

ATTIVITA' FISICA: praticata costantemente è un importante alleato per la prevenzione del rischio cardiovascolare e di osteoporosi. Il ciclo abbondante e prolungato non controindica la possibilità di fare attività fisica, che anzi è consigliata.

Si devono osservare però  alcune accortezze: evitare le esagerazioni e mantenere un’intensità di allenamento più bassa, fare attività fisica di mattina presto o nel tardo pomeriggio quando la temperatura è più fresca, reintegrare subito i liquidi persi, preferire attività come una passeggiata in riva al mare, esercizi di stretching o una nuotata.

RAPPORTI SESSUALI: da un punto di vista medico non sono controindicati con un flusso abbondante. Non devono essere vissuti però con imbarazzo o fastidio e devono essere desiderati da parte di entrambi i partner che devono aver sviluppato una complicità e una buona intesa. E’ consigliato l’uso del preservativo e una corretta igiene intima prima e dopo il rapporto.

CONTROLLO GINECOLOGICO: è necessario, un ciclo mestruale molto abbondante non è da sottovalutare anche perché può portare a conseguenze cliniche notevoli, come l’anemia e una serie di altri disturbi fortemente invalidanti come stanchezza, mal di testa, difficoltà di concentrazione, insonnia, sonno disturbato, umore variabile, irritabilità

 Le cause possono essere diverse e vanno individuate dal ginecologo per la scelta della terapia giusta che riporterà l’armonia del ciclo e il benessere generale.

Per il momento seguite questi miei consigli, ma a settembre, non indugiate e andate subito a farvi controllare dal vostro ginecologo!

Buone vacanze!

Dott.ssa Vincenza De Falco, Specialista in Ginecologia e Ostetricia

********************************************

Ciclo abbondante e lungo in premenopausa: ginecologa a Roma

Nel periodo che precede la menopausa molte donne presentano un ciclo mestruale irregolare.

Spesso il ciclo si presenta più abbondante e lungo, con coaguli, a volte assume un andamento francamente emorragico con dolori pelvici che nei casi più gravi richiede un trattamento d’urgenza.

Gli squilibri ormonali tipici della premenopausa sono implicati nel determinare la menometrorragia, cioè la mestruazione abbondante e prolungata, se non adeguatamente trattata può portare a gradi di anemia e carenza di ferro anche gravi...

GINECOLOGA ESPERTA in Menopausa e Premenopausa

La dott.ssa Vincenza De Falco è specializzata in Ginecologia e Ostetricia ed è esperta per la diagnosi e il trattamento dei disturbi legati alla menopausa.

Da più di vent'anni si dedica con particolare attenzione alla salute della donna in premenopausa e in menopausa, portando avanti con passione progetti di studio e di ricerca.

Fornisce le seguenti consulenze specifiche per il periodo che precede (pre-menopausa) e durante la menopausa a Roma:..

Informazioni e Prenotazioni: Tel: 351 8401750

DOVE SIAMO

 ESCAPE='HTML'

viale Regina Margherita, 239 - 00198 Roma

******

Ciclo mestruale abbondante in estate: consigli per le vacanze