Profumo di donna: perché cambia in menopausa?

22/02/2019

Cara dottoressa De Falco sono una donna in menopausa da tre anni, mio marito mi dice che non ho più il profumo di una volta, e devo dire che anche io avverto questa sensazione.

Inoltre non desidero più mio marito come prima, avverto una secchezza vaginale e provo dolore soprattutto all’inizio della penetrazione.

Il mio ginecologo si è limitato a prescrivermi dei lubrificanti da mettere prima dei rapporti ma non sto avendo risultati.

Sono disperata, il rapporto con mio marito si sta deteriorando per quello che riguarda la nostra vita sessuale che una volta era molto soddisfacente, lui si lamenta soprattutto del mio odore che non gli piace ed è diverso da quando sono in menopausa, lo sento lontano e poco disponibile ad accettare quello che mi sta succedendo.

Cosa posso fare? E perché cambia il profumo di donna in menopausa?

Grazie!

S. R.

******

Cara signora, il profumo di donna in menopausa cambia a causa delle modificazioni ormonali che comportano anche una riduzione dei ferormoni, che sono implicati nei meccanismi dell’attrazione sessuale.

La riduzione dei ferormoni si accompagna alla riduzione degli estrogeni e di due importanti alleati della sessualità femminile: il testosterone e il DHEA.

Cosa fare allora per ritrovare il piacere della seduzione, il profumo di donna e una sessualità appagante e senza dolore?

E’ necessario affidarsi a un ginecologo esperto e attento ai problemi che possono insorgere in menopausa, oggi per fortuna esistono diverse cure per aiutare la donna in questa fase della vita.

Se non ci sono controindicazioni una terapia ormonale sostitutiva eventualmente integrata da una pomata al testosterone e il DHEA potranno aiutarla sicuramente a ritrovare il piacere dell’intimità con suo marito e il suo profumo di donna.

Ci tengo poi a sottolineare che è molto importante aver cura di sé e volersi bene, attraverso la pratica di un’attività fisica costante, una corretta alimentazione e la coltivazione di interessi che la appassionano: tutto questo le consentirà di mantenere il peso forma, il buon umore e una carica vitale positiva che la renderà anche più seducente.

Ma anche suo marito deve fare la sua parte: il corteggiamento, le dovute attenzioni e la complicità con la partner sono importanti non solo all’inizio di una storia d’amore, ma vanno coltivate e rinnovate negli anni, attraverso una sensibilità, una attenzione e una comprensione dei cambiamenti normali e inevitabili dell’età e di questa nuova fase della vita, che riguardano le donne ma anche gli uomini.

Coraggio dunque, non si disperi, le soluzioni ci sono.

Un caro saluto.

Dott.ssa Vincenza De Falco

******

Dottoressa, ha compreso perfettamente tutto quello che sta accadendo tra me e mio marito! La ringrazio di cuore per i suoi preziosi consigli e la sua consueta professionalità e gentilezza!

S.R.

******

Informazioni e Prenotazioni: Tel: 351 8401750

******

Sessualità in Menopausa, come viverla al meglio

La menopausa influisce sul desiderio sessuale?

 La perdita di estrogeni dopo la menopausa può portare dei cambiamenti riguardo il desiderio sessuale di una donna. Alcune donne in menopausa notano un calo del desiderio, non è facile suscitarlo come prima, possono essere meno sensibili a stimoli e carezze,.inoltre, i cambiamenti emotivi che spesso accompagnano la menopausa possono concorrere a determinare nella donna una perdita o una diminuzione di interesse per il sesso e /o incapacità di eccitarsi...

******

Rapporti sessuali dolorosi in menopausa: quali sono le terapie?

Personalmente ottengo sempre buoni risultati soprattutto se la paziente segue con costanza e attenzione la terapia, che può essere di vario tipo e personalizzata.

L’estriolo alle giuste dosi applicato localmente in vagina e il testosterone vegetale in pentravan applicato nella zona clitoridea, possono già dopo due-tre mesi dall’applicazione, funzionare e ridare quel giusto nutrimento alla mucosa vaginale che riacquista quel grado di umidità e di lubrificazione ideale per poter avere un rapporto sessuale e migliorare la vascolarizzazione locale anche a livello del clitoride, cosa che facilita il desiderio e il raggiungimento dell’orgasmo.

Accanto all’integrazione ormonale associo sempre e insegno alle mie pazienti a fare l’automassagio e lo stretching vaginale per aumentare l’elasticità dei tessuti e rilassare la muscolatura del pavimento pelvico.

Gli esercizi di Kegel sono un altro strumento fondamentale che raccomando per migliorare la sessualità.

Esistono anche alternative non ormonali,come l'acido ialuronico, la vitamina E, il colostro.

 Dei buoni idratanti, oltre che l’utilizzo di lubrificanti adeguati completano il trattamento.

A volte può essere necessario anche l’intervento di un a brava fisioterapista, una mia collaboratrice preziosa, che grazie a un programma di riabilitazione specifico per la donna in menopausa è in grado di restituire una dignità e una giusta funzionalità al pavimento pelvico...

******

Profumo di donna: perché cambia in menopausa?