Testosterone vegetale in pentravan, la crema per il desiderio sessuale in menopausa

Oggi vi parlerò del testosterone, l’ormone implicato nel desiderio sessuale femminile e nella gioia di vivere e di testosterone come terapia per la donna in menopausa in forma di crema da applicare sui genitali, attualmente disponibile anche di derivazione vegetale in pentravan.

Questo ormone nella donna viene prodotto dalle ovaie, dalle ghiandole surrenali e dal tessuto adiposo.

La sua produzione raggiunge il massimo livello in una donna intorno ai 20 anni, poi si riduce progressivamente con l’avanzare dell’età.

A 50 anni una donna, con il sopraggiungere della menopausa perde il 50% del testosterone, se subisce una asportazione di entrambe le ovaie (menopausa chirurgica) perde addirittura l’80% del testosterone totale.

Come agisce il testosterone nella donna?

E’ definito l’ormone del desiderio sessuale, perché agisce a livello genitale sui corpi cavernosi periuretrali, bulbovestibolari e del clitoride favorendo l’eccitazione e l’orgasmo, stimola l’attività dei fibroblasti facilitando la produzione di collagene, elastina e mucopolisaccaridi migliorando il trofismo della cute e dei tessuti vulvari.

Ma il testosterone agisce anche sul cervello, stimola infatti la produzione della dopamina e della serotonina, due importanti neurotrasmettitori che migliorano il tono dell’umore, donano la “gioia di vivere”, l’energia vitale e la voglia di fare, inoltre rallenta l’invecchiamento cerebrale.

Ha una potente azione antinfiammatoria, grazie a questa riduce la vulnerabilità per le malattie cardiovascolari, i tumori e le malattie neurodegenerative come demenze e Alzheimer, che si riscontrano più frequentemente in menopausa.

Come si manifesta la carenza di testosterone che si può verificare con il passare negli anni e in menopausa?

La carenza di testosterone si manifesta con dei sintomi:

- Calo o assenza del desiderio sessuale
- Mancanza di energia
- Diminuzione della forza muscolare
- Depressione, ansia, tristezza
- Perdita della gioia di vivere

Come si cura la carenza di testosterone?

Si cura somministrando alla donna che presenta i sintomi l’ormone carente.

Si ottengono ottimi risultati integrando il testosterone nell’ambito di un programma terapeutico che preveda anche l’integrazione di estriolo in forma di gel o ovuli vaginali per la cura della secchezza e l’atrofia vulvovaginale spesso associata, e all’estradiolo e al progesterone bioidentici in caso di sintomatologia vasomotoria (vampate e sudorazioni) insonnia, dolori articolari, disturbi dell’umore e altri disturbi tipici di questa fase.

Oggi in Italia abbiamo a disposizione il testosterone solo in forma galenica, che deve essere prescritto da un ginecologo esperto in menopausa e fatto preparare da farmacisti qualificati.

Viene prescritto in forma di pomata, crema o lipogel da applicare sui genitali esterni sul clitoride, piccole labbra e parete anteriore della vagina.

E’ possibile usare il testosterone propionato all’1% o al 2% oppure la nuova formulazione di testosterone di origine vegetale in pentravan che si può dispensare in contenitori predosati (Topi Click) che consentono di erogare la giusta quantità e il dosaggio adeguato.

Il Pentravan® è un veicolo a base di liposomi che si usa per la somministrazione di ormoni per via transdermica. L’applicazione di pentravan a livello della mucosa vaginale favorisce l’assorbimento del testosterone in modo da simulare il ritmo circadiano ormonale fisiologico. La somministrazione di questa crema a base di testosterone vegetale in pentravan con un dosaggio di 3mg al giorno, consente un picco di assorbimento dopo 3 ore e una caduta dei livelli ormonali fino ad arrivare ai valori basali entro le 12 ore. La crema galenica a base di testosterone vegetale in pentravan negli studi scientifici finora effettuati si è dimostrata sicura ed efficace nel trattare i sintomi della menopausa, oltre ridurre la glicemia, PCR, colesterolo totale e colesterolo LDL.

Non bisogna eccedere con il dosaggio per evitare possibili effetti collaterali come acne, lieve aumento della peluria, perdita di capelli o abbassamento della voce.

Per evitare questi effetti e godere dei benefici apportati dall’integrazione di questo ormone è sempre opportuno affidarsi allo specialista competente, che con gli opportuni controlli periodici stabilirà la dose più adeguata ed efficace senza rischi.

Quando è controindicato il testosterone in una donna in menopausa?

E’ controindicato nelle donne che hanno avuto una trombosi o un episodio ischemico (ictus, TIA, ecc.), un tumore al seno, un adenocarcinoma dell’ovaio o dell’utero.

dott.ssa Vincenza De Falco, Specialista in Ginecologia a Roma

******

Terapia Ormonale Bioidentica (BHRT) in menopausa a Roma

La BHRT è un tipo di terapia efficace usata per trattare diversi disturbi della menopausa che utilizza ormoni bioidentici, di derivazione naturale, chimicamente e strutturalmente uguali a quelli prodotti dal nostro organismo.

Gli ormoni bioidentici sono tollerati meglio perché sono molecole esattamente uguali agli ormoni che vengono prodotti dal nostro organismo.

Con la terapia ormonale bioidentica è possibile personalizzare il dosaggio sulla paziente monitorando periodicamente i valori dei dosaggi ormonali,il grado di miglioramento dei sintomi, le eventuali modificazioni a livello dell'endometrio, delle mammelle e dell'ovaio attraverso la visita e controlli strumentali periodici.

Esistono ormoni bioidentici approvati dall'FDA studiati e testati per lungo tempo e su campioni di donne significativi come l'estradiolo e l'estriolo (estrogeni bioidentici), il progesterone bioidentico, il DHEA bioidentico, che possono essere assunti per via orale, per via transdermica e per via vaginale in sicurezza se sotto stretto controllo medico di uno specialista esperto in menopausa, con la giusta indicazione, a dosaggi minimi calibrati sulla paziente e monitorati periodicamente nel tempo.

La consulenza comprende:..

******

Menopausa e calo del desiderio sessuale: ginecologa sessuologa a Roma

In molte donne già a partire dal periodo che precede la menopausa, si verifica un graduale calo del desiderio sessuale. Se per alcune non ha un impatto importante sulla sessualità e sulla qualità della vita in generale, per altre invece, il desiderio diminuito e la rarità dei pensieri sessuali sono una fonte di sofferenza, che influiscono negativamente sul rapporto di coppia.

Se sei turbata da una mancanza persistente o ricorrente del desiderio sessuale, è probabile che tu abbia quello che è stato descritto come "disturbo da desiderio sessuale ipoattivo", il disturbo sessuale più comune tra le donne. 

Le cause del calo del desiderio in una donna in premenopausa e in menopausa sono riconducibili a una serie di fattori:...

******

Informazioni e Prenotazioni: Tel: 351 8401750

Compilando il form o inviando una mail all'indirizzo di posta elettronica indicato, autorizzo www.menopausaserena.altervista.org, per mezzo del Responsabile legale Dott.ssa Vincenza De Falco, al trattamento dei miei dati sensibili relativi al tipo di prestazione prenotata, ai motivi della visita ed alle ulteriori informazioni idonee a rilevare lo stato di salute comunque collegate alla prenotazione richiesta, per finalità di fornitura del servizio in conformità a quanto previsto nel contratto e nell’informativa privacy

DOVE SIAMO

 ESCAPE='HTML'

viale Regina Margherita, 239 - 00198 Roma

Testosterone vegetale in pentravan, la crema per il desiderio sessuale menopausa